//

Al CNEL di Roma si parla di Internazionalizzazione Aziendale con Daniele Pescara

Tempo di lettura : 2 minuti

L’intervento di Daniele Pescara al CNEL di Roma ha posto l’accento sull’importanza dell’internazionalizzazione aziendale nel contesto attuale. Attraverso una conversazione esclusiva con Paul Fasciano, Pescara ha condiviso la sua visione e i punti salienti del suo intervento, offrendo preziosi spunti per gli imprenditori interessati a espandere la propria attività oltre i confini nazionali.


Durante l’intervento al CNEL, Daniele Pescara, CEO di Daniele Pescara Consultancy con sede a Dubai e esperto di fiscalità internazionale, ha evidenziato la crescente importanza dell’internazionalizzazione aziendale nel panorama economico attuale. Ha sottolineato come sempre più imprese, soprattutto le PMI, stiano considerando l’espansione oltre i confini nazionali come strategia per la crescita e la sostenibilità a lungo termine. Pescara ha delineato quattro aspetti fondamentali di questo processo di internazionalizzazione, il primo dei quali riguarda l’identificazione dei talenti all’interno dell’azienda.

L’importanza dei talenti interni nell’internazionalizzazione aziendale

Pescara ha enfatizzato il ruolo cruciale dei lavoratori dipendenti nell’evoluzione e nell’espansione dell’azienda. Spesso, gli imprenditori tendono a cercare soluzioni esterne per affrontare le sfide dell’internazionalizzazione, trascurando le risorse già presenti all’interno dell’organizzazione. Tuttavia, secondo Pescara, i dipendenti rappresentano una risorsa preziosa e spesso sottovalutata, in grado di fornire insight unici e soluzioni innovative per il processo di internazionalizzazione.

Durante la nostra chiacchierata, attraverso esempi concreti e casi di studio, Pescara mi ha anche illustrato come coinvolgere attivamente i dipendenti nel processo decisionale e come questo possa portare a risultati sorprendenti.

La prospettiva introspettiva nell’approccio all’internazionalizzazione

Durante il suo intervento all’evento del CNEL tenutosi a maggio a Roma, Pescara ha consigliato agli imprenditori presenti di avviare un percorso più introspettivo nell’approccio all’internazionalizzazione. Piuttosto che cercare soluzioni esterne. Nel breve video realizzato insieme, Pescara ribadisce questa posizione: guardare all’interno dell’azienda per identificare il prodotto, il servizio o l’attività che potrebbe catalizzare l’espansione internazionale è un aspetto da non sottovalutare . Questo approccio mirato non solo aumenta le probabilità di successo, ma alimenta il senso di appartenenza all’azienda dei suoi dipendenti oltre a giustificare anche gli investimenti necessari per l’espansione, poiché basati su una solida analisi interna.

Come appassionato studioso di innovazione e business nella rivoluzione industriale 4.0, non posso che sottolineare l’importanza delle parole di Daniele Pescara riguardo all’approccio introspettivo all’internazionalizzazione aziendale. In un’epoca in cui la globalizzazione e l’innovazione tecnologica stanno ridefinendo il modo in cui le imprese operano e competono sul mercato globale, è fondamentale che gli imprenditori adottino strategie ponderate e mirate.

L’idea di guardare all’interno dell’azienda per identificare i punti di forza e le opportunità di crescita rappresenta un approccio strategico e intelligente. Troppo spesso, le aziende si affidano esclusivamente a soluzioni esterne senza sfruttare appieno il potenziale dei propri dipendenti e delle risorse interne. Questo approccio introspettivo non solo favorisce l’innovazione e la creatività all’interno dell’organizzazione, ma può anche portare a vantaggi competitivi significativi sul mercato globale.

In un’epoca in cui la velocità del cambiamento è senza precedenti e le sfide sono sempre più complesse, e questo a Dubai è ancora più evidente, gli imprenditori devono adottare un approccio agile e adattabile all’internazionalizzazione. Riconoscere e capitalizzare sulle risorse interne dell’azienda è un passo fondamentale verso il successo nel contesto della rivoluzione industriale 4.0.

Paul Fasciano

Paul k. Fasciano è un Mental Coach prestato al mondo della comunicazione. E' anche Business Coach, Consulente, Editore e Autore.

Le ultime novità da quidubai